I Documenti guida della nostra attività.

Piano Triennale dell’Offerta Formativa (PTOF)

grafico, piano triennale offerta formativa

Il Piano Triennale dell’Offerta Formativa è il documento fondamentale costitutivo dell’identità culturale e progettuale delle istituzioni scolastiche ed esplicita la progettazione curricolare, extracurricolare, educativa e organizzativa che le singole scuole adottano nell’ambito della loro autonomia. 
Il Piano ha durata triennale, è steso dal Collegio dei docenti, sulla base dell’Atto di indirizzo dato dal Dirigente Scolastico, e approvato dal Consiglio d’Istituto.

Leggi e scarica il Piano dell’Offerta Formativa 2016/2019 (valido fino a giugno 2019)

Il Piano dell’Offerta Formativa 2020-2022 è stato approvato dal Collegio dei Docenti il 20/12/2018 e dal Consiglio di Istituto il 21/12/2018.

Rapporto di Autovalutazione (RAV)

registri

Il Rapporto di Autovalutazione è un documento articolato in 5 sezioni che prevede 49 indicatori attraverso i quali la scuola scatta la propria fotografia, individua punti di forza e debolezza, mettendoli a confronto con dati nazionali e internazionali, ed elabora le strategie per rafforzare la propria azione educativa.

Piano di Miglioramento (PDM)

lampadina

Il Piano di Miglioramento viene redatto tenendo conto delle priorità e dei traguardi emersi dal Rapporto di AutoValutazione D’Istituto e delle Priorità strategiche delineate nel Piano Triennale dell’Offerta Formativa.

Essendo il PDM parte integrante del Piano dell’Offerta Formativa, esso è pubblicato al suo interno nella sezione “LE SCELTE STRATEGICHE”

 

Curricolo Verticale d’Istituto

albero, curricolo

All’interno del Curricolo Verticale sono definiti gli obiettivi di apprendimento che individuano campi del sapere, conoscenze e abilità ritenuti indispensabili per raggiungere le competenze stabilite dalle Indicazioni in tre momenti fondamentali: al termine dalla Scuola dell’Infanzia, al termine della Scuola Primaria e al termine della Scuola Secondaria di Primo Grado.

Criteri di Valutazione

evidenziatore

La valutazione ha per oggetto il processo formativo e i risultati di apprendimento delle alunne e degli alunni, ha finalità formativa ed educativa e concorre al miglioramento degli apprendimenti e al successo formativo degli stessi, documenta lo sviluppo dell’identità personale e promuove la autovalutazione di ciascuno in relazione alle acquisizioni di conoscenze, abilità e competenze.

Piano della Formazione

formazione

La formazione in servizio rappresenta il presupposto fondamentale per lo sviluppo professionale individuale e dell’intera comunità scolastica. Un corpo docente aggiornato e competente è, infatti, la risorsa chiave per il miglioramento della qualità dei sistemi educativi in Europa. Come previsto dall’art. 1 della Legge 13 luglio 2015 n.107, comma 124, la formazione in servizio dei docenti di ruolo è “obbligatoria, permanente e strutturale”, nell’ambito degli adempimenti connessi con la funzione docente. Ogni scuola è tenuta a redigere un piano della formazione sulla base delle risultanze del Rav e delle priorità stabilite nel Piano di Miglioramento, in coerenza con il PTOF.

Piano per l’Inclusività (PAI)

inclusività

Nel vivo desiderio di fornire agli alunni della nostra scuola e alle loro famiglie uno strumento utile per la partecipazione e l’inclusione, abbiamo sviluppato il seguente Piano Annuale per l’Inclusività, caratterizzato dalla ricerca della condivisione delle problematiche e dall’attenzione ai percorsi didattici per affrontarle.

Protocollo di accoglienza alunni stranieri

accoglienza

“La Cultura, o civiltà, intesa nel suo ampio senso etnografico, è quell’insieme complesso che include la conoscenza, le credenze, l’arte, la morale, il diritto, il costume e qualsiasi altra capacità e abitudine acquisita dall’uomo come membro di una società.” 
Edward B. Tylor

Protocollo somministrazione farmaci

farmaci

Accordo procedurale per la somministrazione di farmaci ad alunni/e in contesti extra-familiari, educativi o scolastici tale da garantire sia la somministrazione programmata, sia la somministrazione al bisogno e/o in condizioni di emergenza-urgenza
garantendo la possibilità di intervento tempestivo in qualunque orario di presenza nell’istituzione dell’alunno/a, ivi comprese tutte le iniziative organizzate dal servizio anche al di fuori degli ambienti scolastici.

Regolamento d’Istituto

Ogni ambiente affidato alla cura e alla partecipazione di più persone richiede un regolamento che organizzi, limiti ed affidi ogni responsabilità che ne deriva. La funzione prima del regolamento è, dunque, ottimizzare la tutela e la gestione di ciò che appartiene alla comunità.

Il Regolamento in vigore è stato aggiornato ed approvato dal Consiglio d’Istituto nella seduta del 21/12/2018.

Patto di corresponsabilità educativa

Si educa molto con quel che si dice, ancor più con quel che si fa, ma molto di più con quel che si è.
Sant’Ignazio di Antiochia

Leggi e scarica il Patto Educativo per la Scuola dell’Infanzia
Leggi e scarica il Patto Educativo per la Scuola Primaria
Leggi e scarica il Patto Educativo per la Scuola Secondaria

Codice di Comportamento del personale

Pubblichiamo la lettera di trasmissione e il Codice di Comportamento del personale ATA

Criteri di priorità per l’iscrizione

Il documento è un estratto del Regolamento di Istituto approvato con delibera del 21/12/2018.

Modulo sulla Responsabilità Genitoriale

In occasione della prima iscrizione di vostro figlio alla scuola, vi chiediamo di compilare questo modulo.

Informativa sulla privacy

Il trattamento dei dati personali che riguardano gli alunni e le loro famiglie sarà improntato ai principi di liceità e trasparenza, a tutela della riservatezza e dei diritti degli interessati.

Sicurezza a scuola

La sicurezza nelle scuole rappresenta uno degli obiettivi nell’ampio spettro di azione della normativa sulla sicurezza nel lavoro.
Pertanto, una scuola è a tutti gli effetti un luogo di lavoro, nel quale opera il personale docente, quello amministrativo ed ausiliario, ma sono anche presenti gli allievi che la norma equipara al lavoratore, mentre il personale docente, in quanto costituito da soggetti che svolgono un’attività di controllo e di sorveglianza sulle attività scolastiche ricopre il ruolo che è tipico del preposto. Infine, il dirigente scolastico ricopre il ruolo di datore di lavoro.
 
Come in tutte le aziende o unità produttive, anche all’interno di un istituto scolastico deve essere presente il Rappresentante dei Lavoratori (RLS) che andrà eletto o nominato all’interno del corpo docente o fra il personale amministrativo. Per quanto riguarda la figura del Responsabile del Servizio Prevenzione e Protezione (RSPP), l’incarico può essere ricoperto da un soggetto interno od esterno.
 
Per costituire la squadra addetta alla gestione delle emergenze, invece, i componenti possono essere identificati all’interno del personale ausiliario, amministrativo o docente.

Assicurazione

Le assicurazioni scolastiche sono polizze pensate per tutelare la sicurezza degli alunni durante le ore di scuola.

Per una protezione completa la scuola stipula una polizza annuale contro qualsiasi tipo di infortunio tra i banchi di scuola. Su delibera del Consiglio di Istituto, all’inizio di ogni anno scolastico, viene proposta ai genitori una polizza integrativa infortuni e responsabilità civile che le famiglie sono tenute ad accettare.

Contrattazione d’Istituto

La contrattazione a livello di istituzione scolastica è svolta tra il dirigente scolastico e le RSU e i rappresentanti dei sindacati firmatari del Contratto (Flc Cgil, Cisl, Uil e Gilda).

La contrattazione di Istituto inizia entro il 15 settembre.